Close

La visita Otorinolaringoiatrica – Come si svolge

Il continuo progresso tecnologico in campo medico ha coinvolto anche la specialità di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale sia nella diagnostica strumentale ambulatoriale che in ambito chirurgico.


La vignetta dello specialista in otorinolaringoiatria con luce frontale è stata archiviata al più attuale clinico dotato, anche in ambito ambulatoriale di endoscopi rigidi e flessibili, telecamera, monitor e luci stroboscopiche indispensabile per la magnificazione delle regioni anatomiche e della patologia del distretto cervico-cefalico.

La tecnologia non può chiaramente e in alcun modo sostituirsi alla professionalità e competenza del medico.
Anche in questo caso è solamente uno strumento di lavoro, ma particolarmente utile ed efficace per la migliore visualizzazione e magnificazione dei distretti anatomici esaminati, offrendo al paziente un servizio diagnostico il più completo possibile. 

Gli endoscopi rigidi e flessibili consentono una valutazione globale delle vie aeree superiori (VAS).

Pazienti di ogni fascia di età possono essere valutati in ambito ambulatoriale senza necessità di anestesia. Alcuni soggetti presentano, tuttavia, riflessi faringei particolarmente vivaci e si sottopongono con disagio alla valutazione dell’orafaringe, dell’ipofaringe e della laringe. In questi casi la vaporizzazione di anestetici locali favorisce una visita in totale comfort.

La dotazione di endoscopi rigidi con diverse angolature (in ambito ambulatoriale si utilizzano prevalentemente ottiche angolate a 30° e 70°) si presta all’ottimale visualizzazione del distretto anatomico di pertinenza otorinolaringoiatrico. Strutture come i meati e recessi nasali, vie d’accesso e drenaggio ai seni paranasali o come i seni piriformi, la porzione di faringe circostante la laringe, vengono non solo magnificate dai sistemi ottici a disposizione e valutate su monitor, ma anche esplorate grazie al fatto che l’endoscopio “entra portando direttamente il nostro occhio all’interno delle strutture esaminate”. Alla magnificazione dell’immagine, che pùò essere corredata da particolari spettri di luce (luce stroboscopica per la fine valutazione dei difetti di motilità delle corde vocali), si aggiunge la possibilità di valutazione dinamica della stessa. Nel distretto ORL questo si dimostra particolarmente utile per giudicare, ad esempio, la mobilità della laringe e sue eventuali alterazioni, oppure per apprezzare il collassamento dei tessuti molli a livello retropalatale o ipofaringeo nell’ambito di una simulazione d’evento apnoico (manovra di Muller). 

La visita Otorinolaringoiatrica, oltre alla tecnologia adeguata ai tempi, dovrebbe come precedentemente detto offrire maggiore completezza possibile.
Negli studi in cui svolgo la mia attività professionale e in particolare presso lo Studio Medico & Fisioterapico di Pregnana Milanese siamo in grado di offrire al paziente la possibilità di sottoporsi, contestualmente alla Visita Otorinolaringoiatrica,
ad una valutazione audiologica completa con:
Esame Audiometrico TonaleEsame Audiometrico VocaleEsame Impedenzometricoe ad una valutazione dei disturbi dell’equilibrio con:
Test della Funzione Vestibolare completo di Prove Caloriche e Video-oculonystagmografia e Stabilometria  oltre che ad un trattamento riabilitativo specifico e personalizzato per gli stessi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *